Age360° Checkup

1. Age360° Checkup

L’obiettivo di questa fase diagnostica è quello di fotografare nel modo più preciso possibile l’età biologica del nostro organismo ed il suo stato di funzionamento a livello dei maggiori sistemi fisiologici che lo compongono, anticipando le possibili aree di rischio e focalizzando le aree di debolezza/intervento.

Age360° Lab

Fornisce un quadro molto preciso del funzionamento generale dell’organismo.

Scopri di più

Age360° Clinic

Una serie molto completa di visite mediche, test strumentali e funzionali.

Scopri di più

SoLongevity CellFasting

Analisi longitudinale

Identifica i parametri da controllare per monitorare l’impatto dell’intervento.

Scopri di più

L’obiettivo della fase diagnostica è quello di fotografare nel modo più preciso possibile l’età biologica del nostro organismo e il suo stato di funzionamento a livello dei maggiori sistemi fisiologici, individuando con anticipo le possibili aree di rischio sulle quali intervenire. 

Il cuore di questa fase è l’analisi longitudinale dei sistemi fisiologici, che combina oltre 250 parametri e informazioni. Il documento di sintesi fornisce un quadro molto dettagliato e completo e, allo stesso tempo, permette di intervenire in maniera estremamente mirata.

Il team medico utilizzerà questa analisi per identificare chiaramente quali sono le priorità terapeutiche e misurare l’efficacia degli interventi proposti nel corso del tempo.

La fase diagnostica si articola su 2 livelli: Age360° Lab e Age360° Clinic.

Age360° Lab

È l’insieme degli esami di laboratorio messi a punto da SoLongevity, completati da una visita anamnestica centrata su abitudini, comportamenti, familiarità ed eventi sanitari. Questa fase mira a fornire un primo quadro molto preciso del funzionamento generale del proprio organismo.

È una combinazione di tecnologie diagnostiche convenzionali e avanzate, emerse dalle ricerche più recenti, in grado di dare una lettura puntuale e prospettica dello stato di salute di ciascun individuo.

Analisi Ematochimiche

Un panel di circa 60 parametri selezionati per fotografare il funzionamento di una serie di processi e sistemi.

Sistemi valutati attraverso le Analisi Ematochimiche

  • Sistema Metabolico
  • Sistema CardioRespiratorio
  • Sistema Endocrino
  • Sistema Immunitario
  • Sistema Cognitivo
  • Sistema Muscolo-Scheletrico
  • Infiammazione
  • Stress Ossidativo
  • Livello di Stress

Analisi Genetiche

Un panel di 12 geni selezionati per comprendere la predisposizione individuale a specifici processi di invecchiamento.

Sistemi valutati attraverso le Analisi Genetiche

  • Sistema Metabolico
  • Sistema Cognitivo
  • Sistema CardioVascolare
  • Sistema Immunitario

Analisi Epigenetiche

Una tecnologia analitica sviluppata da SoLongevity, basata su uno strumento avanzato, il Radar Epigenetico™, che aiuta a comprendere se si stanno verificando delle modifiche epigenetiche del DNA, anni prima che queste possano generare delle condizioni di rischio.

Sistemi valutati attraverso le Analisi Epigenetiche

  • Sistema Metabolico
  • Sistema Cognitivo
  • Sistema CardioVascolare
  • Infiammazione
  • Ciclo Circadiano
  • Sistema delle Sirtuine
  • Età Biologica

L’obiettivo di SoLongevity è offrire la più avanzata e affidabile tecnologia diagnostica per la valutazione del livello di età biologica e la promozione di una longevità in piena salute. Per questa ragione Age360 Lab è in continua evoluzione per migliorare la capacità di anticipare l’insorgenza delle malattie e di identificare le aree di debolezza e quelle di forza di ogni singolo individuo.

Nel corso del 2023, si aggiungerà l’Analisi del Microbiota e l’Attivazione di algoritmi di intelligenza artificiale per stimare il rischio di sviluppare patologie croniche e ottimizzare gli interventi di prevenzione.

L’obiettivo di SoLongevity è offrire la più avanzata e affidabile tecnologia diagnostica. Per questa ragione Age360 Lab è in continua evoluzione per migliorare la capacità di anticipare l’insorgenza delle malattie e di identificare le aree di debolezza e quelle di forza di ogni singolo individuo.

Il radar epigenetico™

Analisi Genetica vs Analisi Epigenetica

Vi è una convinzione errata riguardo alla genetica, ovvero che il nostro patrimonio genetico determini in modo assoluto e meccanicistico ciò che siamo, come viviamo e la nostra salute. Questo è solo parzialmente vero, in particolare nel campo della salute e dell’invecchiamento. Nella stragrande maggioranza dei casi, un gene “sfavorevole” determina un rischio superiore di sviluppare una patologia rispetto alla popolazione generale, ma non la certezza. Perché un gene inneschi il suo “potenziale nocivo”, devono verificarsi una serie di condizioni che ne facilitino l’espressione. Questo vale anche in senso contrario: esistono geni “protettivi” che per esprimersi hanno bisogno di condizioni favorevoli.

L’insieme di queste condizioni, favorevoli e non, vengono studiate dall’epigenetica. Per dare la dimensione determinante di questa analisi, basti pensare che il nostro patrimonio genetico influisce solo per il 15-20% sul modo in cui invecchiamo, il resto è determinato dall’epigenetica.

È questo il motivo per cui la scienza della longevità – che indaga i processi di invecchiamento ed il ringiovanimento fisiologico- ha messo al centro della sua attività l’analisi epigenetica che, sebbene sia ancora un’analisi sperimentale, è in forte e rapida evoluzione.

Il radar epigenetico™

SoLongevity, in collaborazione con l’Università Statale di Milano, ha messo a punto un’analisi epigenetica all’avanguardia: il radar epigenetico™.
Questo strumento permette di misurare un processo che modifica l’espressione dei geni chiamato metilazione. Misurando la metilazione di un set di geni, siamo in grado di fornire una misura dell’età biologica e di misurare l’espressione dei geni che governano i meccanismi di invecchiamento e/o l’innesco di patologie croniche. Il vantaggio è la possibilità di identificare su quali meccanismi intervenire e monitorare l’efficacia degli interventi terapeutici.

Le alterazioni epigenetiche si verificano anni prima che le malattie si manifestino e siano diagnosticate attraverso i parametri convenzionali di laboratorio e/o i sintomi conosciuti. Per questo motivo l’analisi epigenetica ci mette in condizione di identificare le possibili aree di debolezza dell’organismo e prevenire le patologie con interventi specifici. Non solo, il radar epigenetico è molto sensibile alle modificazioni degli stili di vita e alle terapie proposte nel nostro programma e può essere impiegato per monitorarne l’efficacia. Alcuni dei geni indagati sono i geni SIRT, che esprimono le sirtuine, le cosiddette proteine della longevità.

Age360° Clinic

Per approfondire la componente fisiologica-funzionale dei diversi sistemi, il programma Age360° Lab può essere affiancato da una serie molto completa di visite mediche, test strumentali e funzionali.

Questo programma di visite specialistiche e test funzionali/strumentali si svolge in presenza presso le nostre cliniche e sono effettuati da:

  • un medico Longevity Expert
  • un cardiologo
  • un fisiatra e personal trainer
  • un nutrizionista
  • un neuropsicologo

L’obiettivo è completare la valutazione funzionale di una serie di sistemi fisiologici:

  • sistema cardio respiratorio
  • sistema muscolo-scheletrico
  • sistema metabolico
  • sistema cognitivo

Questa sessione permette di raccogliere oltre 100 parametri utili ad alimentare e completare l’Analisi Longitudinale, che è la sintesi e il cuore del piano di ringiovanimento fisiologico.

In particolare la valutazione cognitiva permette di valutare il livello di performance dei diversi domini cognitivi e le componenti di rinforzo, recupero e potenziamento cognitivo.

Analisi longitudinale dei sistemi fisiologici

Le refertazioni della fase Age360 Lab e le valutazioni mediche e strumentali della componente Age360 Clinic permettono di fornire una visione completa e dinamica dello stato dei diversi sistemi fisiologici, orientando l’azione terapeutica in primis sulle dimensioni che necessitano di maggior supporto, per poi guidare verso il rinforzo di quelle già ottimali.

Gli oltre 250 parametri raccolti nelle 2 fasi diagnostiche vengono convertiti in un punteggio e in una scala di intervento. In questa fase vengono identificati i parametri chiave da controllare nel tempo per monitorare l’impatto dell’intervento terapeutico dopo sei mesi.

Il medico Longevity Expert coordina le attività, condividendo con gli altri specialisti le informazioni sul paziente e le decisioni terapeutiche. Alla fine del processo, produce una valutazione destinata a impostare la fase terapeutica e diretta agli specialisti che la gestiscono. Lo stesso documento è a disposizione del paziente qualora voglia avvalersi di medici specialisti esterni.

Vuoi maggiori informazioni su Age360° Checkup?