fbpx

Come invecchierai non dipende solo dal tuo Dna

Articolo di SoLongevity Research
Il ruolo del DNA nel modo in cui invecchiamo si è ridimensionato negli ultimi anni. Molto, infatti, dipende dall’epigenetica. Ecco di cosa si tratta e cos’è l’invecchiamento epigenetico

Di cosa parla questo articolo

  • Cos’è l’epigenetica
  • Cos’è la metilazione dei geni
  • Cos’è l’invecchiamento epigenetico

Quanto vivremo è scritto nei geni? Sì, ma anche intorno. O, meglio, sopra. E cioè in tutta quella serie di reazioni biochimiche (epigenetiche: letteralmente che agiscono sul genoma, appunto) che stabiliscono, tra le altre cose, quali geni devono essere “accesi” o “spenti”, quando e quanto. Per dirla con i biologi, contribuiscono a stabilire l’espressione genica.

Esistono diversi tipi di reazioni che agiscono sul DNA, modificandone la forma senza cambiare la sostanza (cioè senza alterare la sequenza delle lettere).Tra i più studiati vi è la metilazione, in cui alcuni enzimi “attaccano” una molecola ad una delle lettere dei geni, rendendoli così quiescenti. Va detto, ed è molto importante, che tutte queste reazioni sono reversibili.

DNA vs. epigenetica

Molto di quello che siamo dipende dal dialogo continuo tra DNA e ambiente. Alcune sostanze presenti nei cibi, per esempio, possono modificare l’espressione dei geni

Le reazioni epigenetiche sono fortemente connesse con il microambiente cellulare. Che a sua volta è connesso, almeno in parte, con l’ambiente esterno e con il modo in cui viviamo. La questione è parecchio più complessa di come sembri, ma semplificando non è sbagliato dire che molto di quello che siamo dipende proprio da questo dialogo continuo.

Alcune sostanze presenti nei cibi, per esempio, possono cambiare l’espressione dei geni proprio attraverso la metilazione. Anche la dieta delle future mamme può alterare il bagaglio epigenetico della prole.

Ultimi articoli pubblicati

Longevity economy: cosa serve per colmare il gender health gap?

Longevity economy: cosa serve per colmare il gender health gap?

Nicola Palmarini è uno dei principali esperti globali di innovazione nell’invecchiamento e nella longevità ed è il direttore del National Innovation Centre for Ageing (NICA) del Regno Unito, un’organizzazione globale sostenuta da un investimento iniziale del governo britannico e dell’Università di Newcastle per aiutare a co-innovare – insieme ai cittadini e alle organizzazioni pubbliche e private – servizi, tecnologie e prodotti e a proporli al mercato attraverso modelli di business innovativi, etici e sostenibili. È membro del Comitato scientifico di SoLongevity.

leggi tutto

Vuoi maggiori informazioni?