fbpx

Immunometabolismo

Articolo di SoLongevity Research
Per funzionare bene, il sistema immunitario, e in particolare le sue componenti cellulari, necessitano di mantenere un corretto equilibrio energetico

Di cosa parla questo articolo

  • L’efficienza del sistema immunitario è promossa dal mantenimento del suo equilibrio energetico
  • L’immunometabolismo è una disciplina che studia i bisogni energetici del sistema immunitario e come questi siano collegati al funzionamento dei sistemi di difesa dell’organismo
  • I disequilibri energetici delle cellule del sistema immunitario possono essere dovuti ad apporti subottimali di micronutrienti immunomodulanti

Che cos’è l’immunometabolismo?

L’immunometabolismo è una disciplina che si occupa dello studio dei bisogni energetici del sistema immunitario e di come questi siano collegati al funzionamento dei sistemi di difesa dell’organismo. Le ricerche in questo campo hanno permesso di capire che l’efficienza del sistema immunitario, cioè la capacità di neutralizzare i potenziali pericoli senza danneggiare il proprio organismo, è promossa dal mantenimento del suo equilibrio energetico, e in particolare di quello delle sue componenti cellulari. In altre parole, se le cellule immunitarie non hanno abbastanza energia per lavorare bene, la risposta immunitaria può essere inefficace (cioè non neutralizza la minaccia) oppure addirittura dannosa (per esempio può verificarsi una reazione infiammatoria esagerata che genera processi ossidativi che danneggiano la struttura e le funzioni cellulari).

I disequilibri energetici delle cellule del sistema immunitario possono essere dovuti ad apporti subottimali di vitamine e oligoelementi specifici, che proprio per questo vengono chiamati anche micronutrienti immunomodulanti.

Quali sono i micronutrienti immunomodulanti?

I micronutrienti immunomodulanti sono molti e di natura diversa tra loro. Ci sono vitamine come A, C, D, E, B6, B12 e i folati, ma anche i minerali come rame, zinco, ferro, magnesio. Ognuno è essenziale ed agisce in sinergia con gli altri per portare al massimo le capacità difensive dei meccanismi dell’immunità innata e di quella adattativa e allo stesso tempo mantenere in equilibrio i diversi tipi di risposte immunitarie (Th1 e Th2), contenendo i danni collaterali.

Dove si trovano i micronutrienti immunomodulanti?

I micronutrienti immunomodulanti si assumono attraverso un’alimentazione bilanciata e variegata. Tuttavia non è sempre così facile garantirsi l’apporto ottimale di tutte le sostanze essenziali. Alcune ricerche hanno infatti evidenziato che anche nella dieta italiana media molti di questi sono insufficienti. Ciò non dipende solo dalle abitudini delle persone, ma anche dall’impoverimento del suolo e dai processi industriali. Per questo, per sopperire alle carenze, è consigliabile integrare la dieta con prodotti nutraceutici specifici.

Ultimi articoli pubblicati

Vesti di rosso per un cuore in salute

Vesti di rosso per un cuore in salute

Il 2 febbraio si celebra il Wear Red Day, l’iniziativa della American Heart Association per creare consapevolezza nelle donne di tutto il mondo rispetto al rischio di malattie cardiovascolari. Un rischio che però si può ridurre grazie alla prevenzione e alla ricerca

leggi tutto

Vuoi maggiori informazioni?